Torta Integrale Mele Cioccolato

1 uovo
200ml latte
400g farina integrale
62,5g burro
150g zucchero canna
2 mele
uno scacco cioccolato zia emilia
Una bustina lievito paneangeli

Montare l’albume con un po di zucchero e aggiungere alla fine dopo aver mescolato tuorlo, zucchero, farina, latte con burro sciolto e una bustina di lievito. Su una tortiera a cerniera con carta forno fare uno strato di impasto e uno strato di cioccolata tagliata grossolanamente e pezzetti di mela, poi uno strato di impasto e finire con cerchi di mela e cioccolato.

Cottura 30 minuti 7,5 170°C preriscaldato

Annunci

Torta all’arancia

500g farina 00
500ml latte
250g zucchero di canna
100g cioccolato fondente Emilia
Una bustina lievito paneangeli
50g di burro
2 arance

Crema

5 arance mature
3 cucchiai colmi di farina
250ml latte
5 6 cucchiai colmi zucchero di canna
una fialetta di aroma alla vaniglia

Accendere il forno a  170° C (6). Tagliare al coltello grossolanamente il cioccolato, intiepidire metà latte e sciogliere il burro, mescolare in una casseruola le parti solide, farina zucchero lievito e cioccolato, al burro e latte aggiungere l’altra metà del latte e mescolare alla parte solida con una frusta, mettere in una tortiera a cerniera da 26 con carta forno.

Crema all’arancia

Pelare le arance al coltello togliendo tutto il bianco, aprirle a metà e togliere il filo bianco, mettere nel mini pimer farina zucchero e arance e frullare, mescolare il frullato col latte in un pentolino, aggiungere una fialetta di aroma alla vaniglia. Cuocere e portare a leggera ebollizione mescolando continuamente, dosare il fuoco e cuocere fino ad ottenere la giusta consistenza continuando a mescolare anche dopo spento il fuoco. La crema risulterà grumosa per la presenza della polpa d’arancia, ma non ci saranno grumi di farina, perché si è messo prima la parte solida poi quella liquida. A fine cottura se la crema risultasse aspra aggiungere zucchero finché è ancora calda. Far freddare mescolando di tanto in tanto per evitare che si formi la patina dura.

Preparata, la crema il forno sarà caldo, infornate, lavare e tagliare a rotelle sottili le due arance rimaste senza sbucciarle, eliminare le fette con troppa buccia, mettere in padella con mezzo bicchiere d’acqua e due cucchiai di zucchero di canna, lasciar caramellare per poco, quando lo zucchero sarà sciolto e l’acqua quasi evaporata tirare fuori la torta e buttare subito sopra le arance e il liquido il padella, la caramellatura finirà in forno, infornare di nuovo e cuocere per 40 minuti, la preparazione delle arance in padella non deve superare i 10 – 12 minuti, la torta in questo tempo formerà una leggera crosticina che permetterà alle arance di non affondare nell’impasto.

Far freddare a temperatura ambiente, quando crema e torta saranno entrambe fredde fare tre dischi e farcire con la crema, a piacere spennellare i dischi con una bagna fatta di acqua, rum, caffè e zucchero.

Tiramisù al burro d’arachidi

6 uova
250g mascarpone
120g zucchero
Due bustine di anacardi non salati 80-100g totali
3 cucchiai di burro d’arachidi
Cacao dolce solubile
Savoiardi
10 fave di cacao tostate

Separare i tuorli dagli albumi. Unire 60g di zucchero ai tuorli ed ottenere un composto omogeneo, incorporare il mascarpone, incorporare il burro di arachidi e mettere in frigo. Montare a neve gli albumi con 60 g di zucchero. Incorporare al composto precedentemente ottenuto gli albumi montati a neve, un cucchiaio alla volta dal basso verso l’alto lentamente per non smontare gli albumi, raggiunta l’uniformità della crema non mescolare oltre sempre per non smontarla, mettere in frigo. Preparare in una pirofila i savoiardi bagnati bene solo dal lato dove non è presente lo zucchero con acqua fredda e cacao dolce solubile, disporli col la parte bagnata verso l’alto. Coprire con la crema e rimettere in frigo. Tostate gli anacardi e disporli sopra per guarnire insieme alle fave di cacao sbucciate e sbriciolate e rimettere in frigo per 30 minuti.

Fatta a quattro mani con Tesorina.

Millefoglie Chantilly alla Nutella (Ferrero Rocher)

6 uova

150 g zucchero di canna

50 g farina

500 ml latte

una fiala di vanillina

500 ml panna fresca (non vegetale)

100 g zucchero di canna

50 g nocciole sgusciate e pelate

100 g goccie di cioccolato

2 mille foglie

2 tavolette ciccolato gianduia con granella di nocciole

1 cucchiaio colmo di nutella

Creama: prendere i tuorli delle uova, e batterli con i 150g succhero, far bollire il latte con la vanillina aggiungere zuccherro e uova battuti e sempre girando aggiungere i 50 g di farina a velo cuocere e girare a fuoco basso senza far bollire la crema finche non avrà preso la giusta consistenza, spegnere il fuoco ed incorporare la nutella, far freddare la crema, ma muoverla di tanto in tanto per evitare che si formi la patina. tostare le nocciole e far freddare, ridurre a granella metà delle nocciole, e spezzetare grossolanamente l’altra metà. cuocere i mille foglie per dieci minuti a 180° o finche non saranno belle dorate, non prima di averle bagnate leggermente con acqua tagliuzzate tutte con la punta dalla parte non tagliente del coltello e averle cosparse di zucchero di canna senza esagerare. Bagnarle e tagliarle serve per non farle bruciare e gonfiare troppo. Far freddare le mille foglie, quando la crema sarà bella fredda incorporare le gocce di cioccolaro e la meta grossolana delle nocciole. Montare la panna con 100 g di zucchero di canna ed incorporare alla crema poca alla volta con movimenti dal basso verso l’alto per non smontare la crema. mettere in fine un mille foglie sulla tortiera mettere la crema coprire con l’altro mille foglie mettere altra crema tutta intorno, guarnire con la metà delle nocciole fatte a granella i bordi verticali, sciogliere a bagno maria le tavolette di gianduia con nocciole e guarnire la torta.

 

Cheesecake Frutti Rossi

100g miele ambrosoli
250g oro saiva
250g yogurt bianco Muller
250g philadelphia classico
700g ricotta Sabelli
250g zucchero di canna
400g frutti rossi congelati

Base: miele e biscotti sbriciolati bene
15 min freezer
Crema: yogurt ricotta philadelphia 200g zucchero di canna frustrati. Mettere in freezer e cucinare i frutti rossi con lo zucchero rimasto e far freddare 15 min tirare fuori dal freezer mettere i frutti rossi e rimettere in freezer per un ora o più, praticamente tenerla in freezer finché diventa compatta, ma non congelata poi tenere in frigo 4 ore. Stampo 26cm

Pandolce nero doppio cioccolato

350g farina 00
200g zucchero di canna
60-70cc latte intero 3 bicchieri scarsi
1 bustina di lievito alla vaniglia
100g cioccolato fondente o goccie
50g cacao amaro

Triturare grossolanamente il cioccolato fondente, impastare tutto con la frusta, poi aggiungere il cioccolato fondente, infine cuocere per 30 min, finché non è bello marrone, a 180 gradi (7,5).
Spolverare con zucchero a velo se si vuole guarnire o aggiungere frutta secca dopo dieci minuti di cottura, ma prolungare un pò la cottura, 5 minuti dovrebbero bastare, è ben cotto quando si apre come il pane o il ciambellone.

PanCioc

350g farina 00
150g zucchero di canna
25cc latte intero
1 bustina di lievito alla vaniglia
100g cioccolato fondente o goccie

Triturare grossolanamente il cioccolato fondente, impastare tutto, cuocere per 30 min o meno finché nn è ben marrone, a 180 gradi (6,5).

500g farina 00
500ml latte
250g zucchero di canna
100g cioccolato fondente Emilia
25 lievito di birra

Tagliare al coltello grossolanamente il cioccolato, scaldare il latte, quando sarà tiepido scioglierci il lievito ed impastare tutto, far lievitare un’ora, cuocere a forno preriscaldato per 40 minuti a 170° C (6).